BUTTERFLY. Colori proibiti

CategoriaDanza
Data 29 03 2019 21:00
Luogo Pisa, Teatro Verdi - via Palestro 40

Pisa, Teatro Verdi
venerdì 29 marzo 2019 ore 21, prima nazionale

Compagnia Artemis Danza/Monica Casadei

BUTTERFLY
Colori proibiti

coreografia, regia, luci e costumi Monica Casadei 
musiche Giacomo Puccini
musiche originali Luca Vianini
danza in sospensione Elena Annovi
installazioni Delio Gennai
assistente alla regia, drammaturgia musicale e montaggio video Davide Tagliavini
assistente ripetitore Antonio Bissiri

produzione Compagnia Artemis Danza
in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Fondazione Teatro Verdi di Pisa
coproduzione Festival La Sfera Danza Si ringrazia Comune di Cortona, Teatro Signorelli
con il contributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Emilia-Romagna Assessorato alla Cultura

durata: lo spettacolo debutta a Pisa

Alla fine dello spettacolo, incontro/conversazione con la coreografa Monica Casadei a cura di Silvano Patacca, direttore artistico della Stagioen di Danza.

D18 19 butterflycoloriproibitiButterfly – Colori proibiti, è la tappa 2019 del progetto Corpi(n)azione_opera, che indaga i personaggi, i temi cardine e gli archetipi dell’opera lirica in chiave coreografica contemporanea. Si giunge, con la Butterfly di Giacomo Puccini, a un’opera eterea e rarefatta, ma al contempo potente, con la quale Monica Casadei torna alla tragedia dopo aver affrontato l’ironia (Il Barbiere di Siviglia, 2018) e la follia (Donizetti® into a rave, 2017). La profondità dell’attesa, pura e colma di illusioni, e il suo lento trasformarsi nel gesto ineluttabile e necessario è al centro dell’indagine di Monica Casadei. La creazione è permeata di un’atmosfera struggente, colma di tensione e suggestione poetica. Alla partitura orchestrale di Puccini si contrappongono le tracce elettroniche del compositore Luca Vianini che disegnano uno spazio sonoro apocalittico. La danza, corale e a tratti marziale, è chiamata a far vivere nel corpo e nelle viscere il dramma della protagonista, mentre Butterfly, sospesa, è collocata in uno spazio-tempo astratto e puro. Il corpo danzante esprime il sentire comune davanti al tradimento incarnando il cammino verso l’Harakiri, scelta tragica ed eroica ...

continua a leggere scaricando il dossier artistico dello spettacolo (pdf)

per Abbonamenti e biglietti clicca qui

 
 

Powered by iCagenda