Torna indietro

L'UOMO CHE

Iniziative-diverse 
Pisa, ex 4° Chirurgico ospedale S. Chiara. (palazzo 19 D)

Pisa, ex Quarto Chiurgico dell'Ospedale Santa Chiara (edificio 19 D)
(la sera l'ingresso in Ospedale è da via Bonanno, accesso ex Pronto Soccorso)
Da martedì 24 a sabato 28 febbraio, ore 21
(Sabato 28 anche alle ore 17)

Laboratorio di  Fare Teatro / III livello
L'UOMO CHE
adattamento da L'Homme qui di P. Brook e M. E. Estienne
tratto da L'uomo che scambiò sua moglie per un cappello di O. Sacks L

laboratorio, adattamento, regia a cura di Cristina Lazzari, Luca Biagiotti, Franco Farina

traduzione del testo dal francese a cura del c
orso di Laurea Magistrale Traduzione letterarie e saggistica - tirocinio “Tradurre per la scena” a.a. 2013-2014 - Dipartimento di filologia letteratura e linguistica
si ringraziano
la Prof.ssa Barbara Sommovigo
Francesca Fabbri, Violetta Galgani, Cinzia Imperio, Marta Ingrosso, Federica Merati, Giusy Michea, Enrico Spadaro, Cristina Trocin

raccontano queste storie straordinarie: Denise Adamo, Giulia Bargagna, Marta Bettini, Edoardo Biancalana, Cecilia Casini, Andrea Console, Francesco Chiofalo, Eugenio Fortunato,R achele Mazzali, Nicolas Micheletti, Francesco Orazini, Anna Romani, Mattia Sedda, Nico Tedeschi, Beatrice Tizzano, Flaminia Vannozzi, Filippo Velli, Salvatore Zappia

si ringraziano per la disponibilità e la collaborazione
L'Azienda Ospedaliera Pisana nella persona del Dr. Giraldi e il responsabile della sicurezza Ing. Zuccoli

Un ringraziamento speciale alla Dott.ssa Eleonora Da Pozzo per la consulenza neurologica e alla Prof.ssa D. Bouillon per il contributo organizzativo

fonica immagini proiezioni Franco Puccini

Biglietti : intero 12 euro, ridotto studenti 7 euro
In vendita esclusivamente al Botteghino del Teatro Verdi da sabato 21 febbraio (allo sportello e con il servizio biglietteria telefonica del botteghino; per orari e modalità clicca qui)
Nei giorni di spettacolo, l'apertura pomeridiana di Botteghino verrà protratta eccezionalmente fino alle ore 20 (non verrà effettuata vendita dei biglietti nel luogo di effetuazione dello spettacolo).

ATTENZIONE: alla data del 25/2 SOLD OUT per tutte le recite.

Come scrisse Peter Brook, “se un uomo scambia sua moglie per un cappello, ci deve essere una ragione. È impazzito? Il momento in cui scartiamo questa facile risposta, iniziamo ad affrontare un mistero vero.” Si tratta del mistero di un mondo a noi sconosciuto, quello dei funzionamenti della mente, e di ‘eroi’ che, a causa delle patologie neurologiche raccontate da Oliver Sacks, si trovano, ogni giorni, a dover decifrare i modi incredibili per poter continuare a vivere. Oliver Sacks è un dottore, un neurologo, che dal suo mentore Alexander Luria ha ereditato la passione per la narrazione di storie, che uniscono al rigore dello studio scientifico il dramma, la sensibilità, la struttura del romanzo. Questo amore per la narrazione riesce a svelare tutta l’umana compassione che Sacks mostra verso i pazienti che narra, nei loro abissi e nel loro straordinario coraggio con il quale li affrontano. La narrazione di Sacks venne, per la prima volta all’inizio degli anni ’90, tradotta in drammaturgia da Peter Brook e Marie-Hélène Estienne, che costituisce la base dalla quale siamo partiti per la nostra indagine teatrale. Ciò che lo spettatore vedrà sarà quindi un racconto di casi di patologie neurologiche che fanno sorgere domande primarie: chi siamo noi? Come facciamo a definirci ‘normali’ oppure ‘sani’? Come faccio a mettermi in relazione con chi non capisco? Come faccio a chiedere aiuto e cossa vuol dire aiutare/prendersi cura? Per affrontare questi e altri quesiti che i testi di Sacks, di Luria e di Peter Brook ci hanno generato, abbiamo deciso di invitare il pubblico dentro un luogo deputato alla cura, in questo caso l’Ospedale di Santa Chiara di Pisa.
Il lavoro sarà presentato da un gruppo di allievi di Fare Teatro e di Prima del Teatro.


 
 

Powered by iCagenda

Credits